Colonna

Situata a 356 metri di altezza, Colonna è uno dei paesi più piccoli dei Castelli Romani. Leggermente in disparte rispetto agli altri, sorge sul versante che dà verso l’antica strada consolare Casilina. Ergendosi nel panorama circostante, getta il suo sguardo calmo sui vigneti che la ossequiano.

Il lavoro nei campi, la quiete e la vita semplice trovano tuttora spazio nella modernità dei tempi. In piazza, seduti ai tavolini e lungo le vie, per gli abitanti del luogo l’argomento principale rimane la campagna.

Nelle viuzze del centro, a testimonianza di quella che una volta era fonte di sussistenza per le famiglie del paese, vi è la presenza di molti tinelli dove alcuni colonnesi preparano ancora il vino per la propria tavola.

Territorio da sempre a forte vocazione vitivinicola, l’uva di Colonna gode di antica fama. Questo riconoscimento è dovuto ai suoi fertili terreni vulcanici che, essendo situati ai piedi dei Monti Prenestini, si aggradano inoltre di una buona escursione termica notturna, la quale dona ai prodotti peculiari caratteristiche organolettiche. A ciò si deve indubbiamente aggiungere una certa esperienza ereditata dai piccoli coltivatori locali nella cura dell’uva e nella sua trasformazione.

Curiosità sul paese:

Proprio dalla cittadina di Colonna pare abbia avuto origine il nome della nobile ed influente famiglia dei Colonna, quando nel 1101 Pietro dei Conti di Tuscolo ricevette in eredità questo territorio e decise di assumerne anche il nome.

L’importanza storica dell’agro colonnese è attestata anche dalla Fontana dell’Acqua Felice al Colle del Viminale, alimentata proprio da una sorgente locale come riportato nell’iscrizione sulla fontana stessa. L’acqua venne lodata dal papa Sisto V per la sua qualità come una delle migliori di Roma.

Rimangono nella memoria locale le visite del vate D’Annunzio alla moglie e ai suoceri, Duchi di Gallese, che avevano una bella dimora nel centro storico del paese.